Spedizioni in

Bulbi estivi

Quando l'estate si avvicina, molte bulbose e molti arbusti dalle fragranze delicate, approfittano per completare il proprio ciclo vitale.
Durante questa stagione è molto elevata la quantità di bulbose dai colori sgargianti e dalle forme più insolite.
All' inizio dell' estate, è la volta di alcune piante da fiore più conosciute sul mercato, come ad esempio la rosa, la dalia (che produce fino a 100 fiori per ogni pianta in una sola stagione) e il geranio con tutte le loro varietà.
Altre specie da ricordare per la calda stagione, sono ad esempio la petunia, e il tagete e il gladiolo che sono presenti in fioriere e aiuole.
Tutti i fiori estivi devono comunque resistere ad alte temperature: alcune vengono esposte al sole diretto, altre in zone di penombra come la campanula, la begonia (con una numerosa gamma di colori e fioritura prolungata) e altre, addirittura adatte a stare all'ombra come ad esempio l'ortensia.
Anche a fine estate, se le temperature non sono scese considerevolmente, ci sono alcune specie che germogliano come ad esempio il garofano selvatico e la lavanda.
Le bulbose estive, non hanno bisogno di un habitat particolare, quindi si adattano ad ogni tipo di terreno drenato per bene e ogni tipo di compagnia.
L'estate è la stagione adatta per giocare con i colori e non solo quelle dei fiori, ma anche con quelle delle foglie: si possono sfruttare i contrasti, le tonalità, le variazioni cromatiche per dare armonia allo spazio.
Giocare con i fiori, in questa circostanza, vuol dire anche misurarsi con i sentimenti: non è tanto importante il colore, ma il modo in cui lo utilizziamo accostandolo ad altri oppure inserendolo in determinati spazi, angoli e prospettive.
Ricordatevi che il colore rosso accende le sensazioni di passione e di allegria, mentre il bianco serve a dare al luogo un' atmosfera dolce o di abbandono.
Con i colori è poi possibile creare delle piccole illusioni ottiche: le tinte pastello (azzurro, pesco, rosa) arrotondano i giardini o i terrazzi troppo stretti ed estesi, mentre quelle bianche danno l'impressione di allargare e di allungare.
Nel caso di giardini molto ampi, invece, bisogna armonizzare i colori, le forme e i portamenti dei vari fiori, utilizzando anche bulbose di grande taglia come per esempio la dalia (ricordate che le bulbose estive di grande taglia sono più soggette a temporali e ai forti venti).
Di grande effetto sono gli accostamenti blu-giallo (ottenuta con iris e dalie nane), e la sequenza rosa-lilla-viola (ottenuta con canna oppure con dalie).
Di solito in primo piano vanno sistemate le bulbose dai colori più chiari, poi quelle più luminose e per finire quelle dalle tonalità più vivaci.
Ovviamente è possibile anche porle al contrario, ma l'attenzione non cadrà sui colori, ma soprattutto sugli spazi.
Molto importante è anche la collocazione delle piante: innanzitutto và ricordato che le bulbose non devono nascondersi tra loro, quindi vanno inserite curando le rispettive altezze.
Di solito si sistemano in primo piano le bulbose nane, poi le medio-alte e infine le giganti sullo sfondo.
Le bulbose estive vengono utilizzate non solo per i giardini, ma anche per abbellire terrazzi e balconi.
In un terrazzo abbastanza grande possono essere collocate in grossi vasi o conche: in questo caso si possono utilizzare soprattutto il giglio per i mesi di giugno-luglio, e il gladiolo per il mese di agosto.
Se il balcone è, al contrario, di piccole dimensioni, bisogna utilizzare cassette da appendere al davanzale: in questa circostanza vanno molto di moda il ranuncolo e l'anemone.
Ricordate, infine, che se si tratta di un luogo all' ombra i fiori più consigliati sono le calle bianche.